Lampadario in cristallo 18 luci

La luce ha sempre rivestito un’importanza primaria nell’arredo. Nelle ville e nei palazzi più eleganti dal 17° sec. in poi in tutta Europa fanno gran sfoggia i lampadari, ve ne sono  in cristallo, con pendenti di cristallo molato di Bohemia in stile Maria Teresa d’Austria, in stile  genovese con perline e roselline, in stile Luigi XVI, in stile Impero, sono arricchiti con  pendenti a gocce e prismi.  La struttura dei lampadari  è spesso in bronzo con fasce di metallo dorato, ma ve ne sono anche in ferro e  in legno decorato ed intagliato. Nel ‘700 si usano i lampadari veneziani di Murano in vetro colorato e opalino rosa, bianco azzurro, verdino, in tutte le tonalità dalle più tenui alle più accese.  La luce nell’arredo esprime tutto, crea l’atmosfera, che siano lampadari importanti dalle 24, 18, 12 luci, o più piccoli a 6 luci, o 3 luci, o che siano appliques, la morbidezza con cui la luce riflessa dai cristalli si appoggia sui mobili e sulle pareti si stempera in mille sfumature e tonalità che si tramutano in un effetto  di calore e di atmosfera. E questo “brillio” è ottenuto solo con i cristalli. Nessuna lampada diretta è in grado di riprodurlo.

 

Resta in contatto: